VR-28/1881 – Nuova chiusura 28 mm 1-principio PCO-1881

Con l’inizio del 2012 presso gli stabilimenti CDS Srl è iniziata la produzione di questa nuova capsula compatta denominata VR-28/1881, si tratta di una chiusura 28 mm – 1 principio dedicata al Mercato europeo e a tutti gli imbottigliatori che utilizzano il finish PCO-1881.
SICUREZZA e RISPARMIO: Sono le due caratteristiche che la capsula VR-28/1881 racchiude in sè, abbina infatti sicurezza in applicazione con una chiusura efficace ed affidabile nel tempo e risparmio dovuto al minor peso delle preforme e dei tappi utilizzati (comparabili a quelli del sistema 3P).

 

IMBOCCATURA: il finish monoprincipio del PCO-1881, simile ma non intercambiabile con il PCO-Corvaglia, rappresenta la scelta operata dagli imbottigliatori in campo europeo come evoluzione del vecchio PCO-1810 e dell’ancor più vecchio BPF-28. La capsula VR-28/1881 può comunque essere utilizzata su entrambe le imboccature.

SETTORE di UTILIZZO: La capsula VR-28/1881 è idonea per l’imbottigliamento di acque minerali naturali e gassate fino ad unmassimo di  3.5 vol/lt di CO2. L’impiego della capsula VR-28/1881 si inserisce fra le tradizionali capsule in versione BPF/PCO-Std e le ormai diffusissime capsule 28 mm3 principi. Riesce infatti ad offrire allo stesso tempo i pregi del sistema BPF/PCO, ovvero una perfetta tenuta a pressione, ottimo mantenimento della CO2 nel tempo e in particolare una piena affidabilità e sicurezza nello svitamento (senza alcun  rischio di un distacco violento della capsula dall’imboccatura), e quelli del sistema 28-3 principi in quanto a minore peso e minore costo, minori ingombri, maggiori volumi trasportabili, bassi valori di apertura e in particolare l’uso di preforme alleggerite PCO-1881.

Il profilo esterno della capsula a righe sottili (144 righe) assicura una gradevole impugnatura e una buona visibilità dell’eventuale scrittura del lotto di imbottigliamento a mezzo ink-jet system. La forza di chiusura suggerita per questa capsula è di 18-20 inchLbs.

CONVENIENZA nel passaggio dal sistema BPF/PCO-1810 al  PCO-1881: Il passaggio all’imboccatura ribassata PCO-1881 si traduce in un immediato risparmio di PET pari a1.35 grammi a preforma rispetto al classico PCO-1810 e ancor più rispetto al vecchio BPF. Un ulteriore alleggerimento di 0.3-0.4 grammi deriva dall’utilizzo delle capsule VR-28/1881. Queste riduzioni di peso sono conseguenti alla maggiore compattezza del finish PCO-1881 rispetto alle vecchie imboccature PCO-1810, più corte di circa4.0 mmcirca. Un discorso analogo vale per le capsule, più basse di circa 4.0-4.5 mma seconda delle versioni, rispetto alle vecchie per PCO-1810. Per la realizzazione di questo notevole compattamento il passo della filettatura del finish è passato da3.2 mmcon il PCO-1810 a2.7 mmcon il PCO-1881.

 

In base a queste considerazioni è ben evidente come queste ridotte dimensioni si traducano per l’imbottigliatore in minori ingombri di magazzino, più economie nei trasporti, maggiori quantità trasportabili a parità di volume e, in definitiva, in una modifica agli impianti di imbottigliamento che si ammortizza da sola e tanto più rapidamente quanto maggiori sono i volumi di produzione.

 

 

 

 

 

×

I commenti sono chiusi.